Borsa – Pagina 4 – Investire con successo

Come probabilmente sai, l’inizio della settimana è stato alquanto movimentato e nervoso per le Borse mondiali: lunedì, infatti, gli indici statunitensi hanno perso più del 4% (la peggiore seduta dall’agosto del 2011, con il Nasdaq che addirittura è arrivato a perdere oltre il 6%), Tokio ha fatto registrare un rosso superiore al 5% (peggior risultato dal 1990) mentre anche Milano, tra lunedì 5 e martedì 6 febbraio, ha lasciato sul terreno diversi punti percentuali.

In campo finanziario avere un EGO ipertrofico è veramente un problema in quanto ti impedisce sia di ammettere gli errori commessi, sia, come conseguenza, di rimediare quando ancora si avrebbe la possibilità di farlo. Non sai quante volte mi è capitato di sentire traders ed investitori esclamare: “Hai visto? Alla fine ho avuto ragione”, oppure “il mercato si sta muovendo nella direzione sbagliata ma presto invertirà e si comporterà secondo le mie previsioni”, come se la direzione dei prezzi fosse “sbagliata” solo perché diversa da quella ipotizzata.

Se non si ha un vantaggio competitivo è meglio non competere.

Jack Welch

I mercati finanziari sono uno degli ambiti più competitivi al mondo; infatti, oltre al “parco buoi” di clienti retail sprovveduti, senza alcuna vera preparazione e per lo più destinati alla mattanza, operano eccellenti professionisti con decenni di esperienza sulle spalle e la possibilità di accedere a capitali, mezzi, tecnologie ed informazioni normalmente precluse alle persone comuni.

Se ti occupi di investimenti da abbastanza tempo sai bene che sui mercati finanziari possono avvenire all’improvviso movimenti di prezzo anche decisamente ragguardevoli, sia al rialzo che naturalmente al ribasso.

Utilizzando la classica operatività tradizionale e direzionale (quando cioè si compra un titolo nella speranza che salga di prezzo per realizzare un profitto) ampi movimenti ribassisti possono seriamente danneggiare il portafoglio dell’investitore e magari costringerlo a chiudere l’operazione in perdita così da prevenire eventuali danni ancora maggiori. 

Si tende spesso a pensare che operare sui mercati finanziari sia come frequentare un gigantesco parco giochi dove brividi, emozioni e adrenalina sono disponibili ogni giorno ed in ogni angolo.

In realtà le borse internazionali sono il luogo in assoluto più costoso dove cercare emozioni e scambiare le luci della piattaforma di negoziazione con quelle di un videogioco, di Gardaland  o di Las Vegas molto difficilmente potrà portare qualche beneficio al tuo portafoglio; brividi e rendimenti infatti sono sì legati fra loro ma quasi sempre da una correlazione di tipo inverso.

Osserva il grafico allegato a questo articolo: si riferisce alle quotazioni del gas naturale nel periodo giugno – ottobre 2017. Come puoi notare i prezzi hanno stazionato per mesi intorno ai 3$ per mmBTU ed ogni tentativo di discostarsi da questo valore (sia in aumento che in diminuzione) non ha avuto successo.

Questa materia prima nel periodo temporale analizzato si è quindi mossa lateralmente, una situazione che si può osservare molto di frequente sui mercati finanziari e che riguarda non solo le commodities ma anche azioni, valute, indici, ETF: i titoli un po’ salgono, un po’ scendono senza prendere una direzione precisa e mantenendo anche per lunghi periodi di tempo quotazioni simili.

Prodotti
opzioni
Video corso
opzioni
Scopri di piùScopri di più
sessioni-operative Mock Up Monica1
Sessioni operative
Theta Tradinvest™
Scopri di piùScopri di più
mentoring
Mentoring
personalizzato
Scopri di piùScopri di più
corsi
Theta Tradinvest™
Live
Scopri di piùScopri di più
portafoglio
Portafoglio
opzioni
Scopri di piùScopri di più
trend
Trend, grafici,
prezzi e medie
Scopri di piùScopri di più
1
Investire
con successo
Scopri di piùScopri di più
2
I 10+1
costosi errori
Scopri di piùScopri di più
3
Esempi di
investimenti
Scopri di piùScopri di più
4
29 preziosi
consigli
Scopri di piùScopri di più
5
Migliora
i rendimenti
Scopri di piùScopri di più