Condividi questo articolo

Oggi ti scrivo perché desidero condividere con te una riflessione riguardante i diversi livelli di investimento possibili.

Infatti, nelle mie newsletter ti parlo spesso di operazioni non direzionali effettuate e di risultati raggiunti.

Di investimenti, quindi, di natura finanziaria:

Impegno per un certo periodo di tempo una somma X nel mercato Y rischiando al massimo Z con l’obbiettivo di ricavare tot dollari (o euro).

Prima però di arrivare a fare questo in maniera regolare, costante e profittevole vi è, a monte, un altro tipo di investimento da compiere, ancora più importante.

Ed è quello di investire sulle proprie competenze e conoscenze.

Scegliere quindi di dedicare tempo e risorse alla crescita personale, all’approfondimento, all’apprendere cose nuove, a scoprire soluzioni: in poche parole ad ampliare la propria mente.

Il problema è che la maggior parte delle persone vuole ottenere risultati negli investimenti finanziari senza però investire sulla propria preparazione.

Come se guadagnare sui mercati fosse alla portata di tutti.

Come se la Borsa fosse lì ad aspettarli, pronta ad aprire i suoi cordoni e permettere prelievi tipo Bancomat.

La realtà è ben diversa ed insegna che sempre, prima dell’AVERE c’è l’ESSERE.

I risultati raggiunti non sono altro che la naturale conseguenza delle nostre azioni; azioni che, a loro volta, derivano dal tipo di persona che siamo in quel momento.

E ti dico questo adesso, in piena estate, perché ci troviamo proprio nel periodo dell’anno in assoluto migliore per investire su se stessi.

Prova a pensarci: quegli impegni che da settembre a giugno sono sempre più numerosi del tempo a disposizione ora invece si diradano e si fanno meno pressanti.


Il ritmo rallenta, i momenti liberi aumentano e magari ci si ritrova pure a passare ore ed ore su un lettino in spiaggia.

Quale migliore occasione per leggere quel libro che ti interessa, per documentarti su tematiche di cui sai poco o nulla o per armarti di tablet e cuffiette e seguire un corso che veramente potrebbe fare la differenza?

Certo, la mente è pigra ed ha l’innata tendenza a rimandare, a procrastinare, a preferire piccole ed immediate soddisfazioni (“è estate, voglio solo rilassarmi, ne parliamo poi a settembre”) rispetto a benefici molto più grandi ma raggiungibili in un arco di tempo più lungo.

I mercati finanziari però non chiudono certo per ferie ed i Premi OTM in scadenza nei prossimi mesi possono essere incassati solo agendo ora.

L’alternativa? Aspettare e “farlo più avanti”, con il concreto rischio, però, che quel “più avanti” si sposti sempre più nel tempo, sino a diventare un “mai”.

Se è vero che il momento migliore per piantare un albero era 20 anni fa ed il secondo momento migliore è adesso, approfitta di questo periodo per fare l’investimento che in assoluto ti ripagherà con gli interessi più alti.

Quello su te stesso.

P.S. Se desideri avere maggiori informazioni sui percorsi didattici – operativi di Investire con Successo e su come operare in Borsa non direzionalmente:

– Richiedi una consulenza gratuita compilando il Form su questa pagina:

https://www.investireconsuccesso.com/vai/


– Contatta il Numero verde 800 300 886

Condividi questo articolo
No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.