Condividi questo articolo

Durante il mio intervento del 18 luglio a Le Fonti Tv ho parlato soprattutto di numeri, come puoi vedere nel filmato qui sotto:

Il bello dei numeri è che, al di là di pareri, impressioni, opinioni, dei ”secondo me” o delle scuse spesso utilizzate per giustificare risultati poco brillanti, hanno la capacità di fotografare in maniera precisa ed oggettiva la realtà.

Investire sui mercati finanziari è una delle attività che più si presta ad essere valutata solo ed esclusivamente attraverso questo parametro: hai ottenuto una resa migliore del tuo benchmark di riferimento contenendo i rischi? Sei stato bravo. Le cifre dicono che i risultati non sono stati soddisfacenti? Significa che devi capire dove e cosa hai sbagliato e porvi rimedio per il futuro; non può e non deve essere più difficile di così.

Vediamo dunque, arrivati a metà del 2018, cosa dicono i numeri in riferimento ai rendimenti che i principali mercati hanno fornito in questi primi sei mesi.

È il petrolio (+25,40%*, Massimo Drawdown 11,04%) la materia prima che in questo lasso di tempo più si è apprezzata, mentre oro (-4,04%, MD 8,24%) e gas naturale (+1,63%, MD 19,26%) non hanno certo brillato, così come poco performanti sono risultati i mercati azionari tedesco (-4,73%, MD 13,07%), cinese (-5,68%, con un MD addirittura del 21,19%), giapponese (-1,85%), spagnolo (-5,68) ed italiano (-2,43%, MD 16,29), mentre quello francese è rimasto praticamente invariato ed il russo ha fatto registrare un +3.04%. Ad oggi la palma del peggior indice azionario del 2018 va a quello turco, con una performance (se così vogliamo chiamarla) del – 29,25%.

Oltreoceano le cose vanno un po’ meglio, con l’exploit dell’indice colombiano (+11,97%) e con lo Standard & Poor’s 500 che mette a segno un rispettabile + 2,52% anche se ottenuto con un MD del 10,10%.

Una menzione a parte la merita il Bitcoin; dopo essere stato sulla bocca di molti opportunity seeker (persone cioè che invece di studiare come diventare investitori migliori, cercano continuamente scorciatoie per fare soldi velocemente e possibilmente senza sforzi) a fine 2017 – guarda caso proprio quando ha fatto registrare, a 19.345$, il suo prezzo massimo – in soli sei mesi è crollato a -53%. Proprio vero, quando senti parlare di investimenti anche dal barbiere o al mercato del pesce è il momento di vendere, non di comprare.

Il portafoglio Theta Tradinvest™ invece come si è comportato? Beh, l’inizio dell’anno non è stato dei migliori; i forti movimenti prima rialzisti  poi ribassisti su Standard & Poor’s 500

uniti al notevole indebolimento del Dollaro statunitense

con conseguenti ripercussioni sul prezzo delle materie prime

e sul valore di molte altre valute (in primis Euro e Sterlina britannica)

hanno fatto di gennaio un mese (l’unico dei 6 esaminati) chiuso in negativo.

Con il ritorno, nei mesi successivi, alle normali dinamiche dei prezzi, il metodo ha ripreso a funzionare e a macinare profitti, sino a riuscire a mettere a segno un complessivo + 18,97% di performance* (già dedotte le commissioni pagate al broker) con un 8,48% di MD.

 

Tale risultato, come dico nel video, è stato raggiunto mettendo a mercato 72 investimenti complessivi su un totale di 57 sottostanti diversi, con una durata che, a seconda dei vari contesti, è andata dai 45 ai 120 giorni. La filosofia Theta Tradinvest™ infatti è prendersi poco rischio su ogni operazione e differenziare fra mercati, sottostanti e strategie, così da poter sfruttare ogni tipo di trend (rialzista ovviamente ma anche ribassista o laterale), non essere MAI direzionali ed avere SEMPRE a favore tempo e probabilità.

In pratica, quello che si fa, mese dopo mese, è “affittare” per un periodo di tempo limitato il proprio capitale al mercato, in cambio della riscossione di premi; alla scadenza la maggior parte delle volte si incassa un profitto mediamente pari al 4-6% della somma investita, mentre in situazioni di mercato con forti movimenti unidirezionali (fasi di per sé atipiche, vedi appunto gennaio 2018) intervengono i 5 livelli di protezione previsti dal metodo, così da rendere le eventuali perdite sempre recuperabili.

Cosa ne pensi di questi risultati? Stai già applicando il metodo Theta Tradinvest™? Oppure utilizzi altre metodologie? Come sono andati i tuoi investimenti in questa prima parte dell’anno?

Lascia pure un commento qui sotto, la tua testimonianza potrebbe essere d’aiuto agli altri lettori.

*Fonti per tutti i dati citati: Interactive Brokers e MSCI Index.

Desideri anche tu applicare i criteri, le regole ed i principi del metodo Theta Tradinvest™ in piena autonomia, mese dopo mese e riuscire così ad ottenere rendimenti migliori in ogni tipo di mercato (rialzista, ribassista ed anche laterale)?

Scarica ora gratuitamente il libro digitale di 60 pagine con consigli e soluzioni per diventare investitori Theta Tradinvest™ ==> eBook omaggio 

  Leggi il libro Investire con successo ==> Pagina Amazon

Alberto Camuncoli


Amministratore delegato di una società di investimenti e di servizi advisory, opera sui mercati finanziari internazionali da metà degli anni 90 ed i suoi interventi sono ospitati in trasmissioni televisive, articoli, conferenze e seminari.

Ha prima ideato e poi perfezionato il metodo Theta Tradinvest™, l'unica operatività che, grazie alle 5 P di un Piano d’azione Predefinito, Particolareggiato, Profittevole e Protetto, consente di incassare premi ogni 30 giorni investendo sui mercati finanziari in maniera non direzionale ed avendo come potenti alleati tempo e probabilità.

È autore del libro best seller Investire con successo e del servizio Portafoglio opzioni.

 

More Posts


Condividi questo articolo
18 Comments
  • Giorgio

    Complimenti per i risultati!

    Luglio 22, 2018
  • Valerio

    Sto applicando il metodo da circa un anno e nei primi 6 mesi del 2018 ho realizzato un profitto netto del 6,7% con un drawdown del 12,5%. Il mio problema è che spesso ho la tentazione di non rispettare gli stop..

    Luglio 23, 2018
  • Alessandro

    Sinceramente non ho capito, come si fa a “affittare” il capitale al mercato?

    Luglio 24, 2018
  • Simona

    Io sto operando da qualche mese nel mercato del Forex, sino ad ora con risultati scarsi. Il metodo teta trading può essere utilizzato con le valute?

    Luglio 24, 2018
  • alessandro

    Buongiorno,
    per poter applicare e testare il metodo in autonomia (prediligo titoli e indici in area euro, in particolare quelli su euxx50) avrei bisogno di un software che mi indichi le greche (in particolare il delta) associate alle catene di opzioni sui vari sottostanti su cui vorrei operare. A parte fiuto (che già conosco) sa consigliarmi qualche sito e/o sw (da poter scaricare) affidabile per valutare le varie opzioni su vari titoli sottostanti?
    grazie

    Luglio 25, 2018
  • Alberto

    Alberto Budriesi
    Buona sera Dr. Camuncoli, ho visto il video, che mi è piaciuto molto, e sto studiando ancora il suo libro “Investire con Successo”; prevedo che verso la fine di settembre, di aver acquisito un minimo di nozioni riguardo alle opzioni, per abbonarmi al suo “Portafoglio Opzioni”.

    Luglio 25, 2018
  • Fabrizio

    Buongiorno
    Due domande o suggerimenti:
    1)Prevede di effettuare “aggiustamenti “delle posizioni durante la loro vita o bisogna soltanto seguire la tecnica dello stop indicato nelle mail relative all’apertura delle posizioni?
    2) Sarebbe interessante avere un report aggiornato, magari soltanto ogni due settimane, sia di come si stanno comportando le posizioni aperte sia delle posizioni chiuse, darebbe sicuramente un immagine di trasparenza e maggior tranquillità a chi segue il metodo

    Luglio 27, 2018
  • christian Salzone

    Salve signor Camuncoli,ho acquistato il suo libro un mesetto fa e già l’ho ”divorato”.Devo dire che non ha affatto tradito le mie attese:Tutto è spiegato in maniera chiara e la filosofia del metodo mi trova assolutamente d’accorso,fossi stato un esperto di opzioni(come confido di diventarlo attraverso l’utilizzo del metodo)avrei sicuramente iniziato con lo stesso approccio:Cercare di seguire quasi sempre il trend, avere la maggior parte delle probabilità a favore E CONTEMPORANEAMENTE INCASSARE PREMI CHE GIUSTIFICANO L’ OPERAZIONE.Sto ripassando i punti chiave per poi iniziare questo percorso prima in demo,per prendere un po’ di dimestichezza con la tecnica,e poi cercherò di passare il prima possibile,magari con un piccolo conto all’inizio,in reale.Una cosa ancora non mi è del tutto chiara:Quando parli di 5 protezioni cosa intendi?Non vi è solamente una ad operazione?Cioè se vendo una Put ad esempio,mi copro con una protezione,e cioè ne compro una(sempre Put) con un prezzo inferiore,quindi non ne ho 5 di protezioni ma solamente una.La ringrazio in anticipo per la sua risposta e le faccio i miei piu’ sinceri complimenti per il libro,è stato il migliore che ho letto fino adesso.

    Agosto 7, 2018
  • Corrado

    Buonasera, sto iniziando ora a leggere il libro e mi sta piacendo la notevole impostazione pratica; riguardo ai risultati mostrati però come faccio ad essere sicuro che siano reali?

    Agosto 10, 2018

Leave a Comment

Your email address will not be published.